Home | Attività Sportiva | Calcio Giovanile / Oratorio CUP | Dal cortile parrocchiale alle finali nazionali
Dal cortile parrocchiale alle finali nazionali

Dal cortile parrocchiale alle finali nazionali

Quella che vorremmo raccontare sembrerebbe una bella favola o la trama del solito film a lieto fine, se non fosse che invece è una storia vera che ogni settimana vive sul territorio della nostra Diocesi. È la storia della “Oratorio Cup”, che non è il solito torneo di calcio a 5 come se ne vedono ovunque, ma ha due peculiarità: la prima è che questo torneo indetto dal CSI è il più numeroso campionato di calcio a cinque giovanile della Provincia, e la seconda che è una manifestazione interamente disputata dai giovani delle nostre parrocchie. Fino a 6 anni fa, lo sport “oratoriale”, cioè la organizzazione di attività ricreativa all’interno delle nostre Parrocchie, era quasi inesistente; poche realtà che avevano una squadra per fare normali campionati territoriali. Bello, ma non poteva bastare; e così il CSI di Ravenna ha lanciato l’idea di un torneo giovanile solo parrocchiale, non con l’intento di ghettizzarlo ma di svilupparlo, e ha iniziato a bussare a tutte le porte. Una grande fatica, porte chiuse e diffidenza verso lo sport, ma anche preti illuminati che invece hanno aperto il cuore e condiviso la bellezza del progetto, facendo partire la prima Oratorio Cup con poche squadre.

È stato un investimento enorme quello del CSI: tempo, energie, risorse umane ed economiche, giustificato dalla continua crescita di questo torneo. Ogni anno nuove squadre si aggiungono, i ragazzi crescono e aumentano le categorie di età, e si è adeguata la formula del torneo ai regolamenti nazionali CSI. Oggi la Oratorio Cup è un Campionato regolarmente omologato, formato di 3 categorie di età per un totale di 20 squadre e oltre 120 partite dirette da arbitri ufficiali, con la particolarità che si gioca nei campetti parrocchiali, e che è stato inserito nei circuiti nazionali. I primi anni, quando le nostre squadre andavano alle qualificazioni regionali contro squadre “blasonate” erano dolori; poi è arrivata la consapevolezza che il marchio della parrocchia sulla maglia non è un handicap, ma l’espressione di una comunità viva, di una intenzionalità educativa che non vuole necessariamente dire bassa qualità tecnica, e sono arrivate anche le vittorie.

Fino al 2016, anno straordinario per la nostra Oratorio Cup; in tutte e tre le categorie giovanili una parrocchia di Ravenna ha vinto il campionato regionale: Mezzano (cat. Ragazzi), San Biagio (cat. Allievi) e San Giuseppe Operaio (cat. Juniores) partiranno per Montecatini Terme (PT) dove dal 29 giugno al 3 luglio disputeranno le finali nazionali. Se aggiungiamo anche il Redentore con la pallavolo femminile, su 5 squadre ravennati qualificate per le finali nazionali, ben 4 sono esclusivamente parrocchiali. È un esempio unico nel Paese, dimostrazione che lo sport di qualità non è solo appannaggio del mondo laico, e che in una parrocchia possono nascere realtà giovanili importanti non “di serie B”, che si pongono come forte alternativa educativa allo sport esclusivamente selettivo e di competizione. E allora “in bocca al lupo” alle nostre società Parrocchiali; al di là di come andrà, voi la sfida l’avete già vinta!

Print Friendly, PDF & Email

L’autore - Chi è Marco Guizzardi

Marco Guizzardi

Vicepresidente provinciale, Consigliere di Presidenza Nazionale, Responsabile del Team Nazionale Innovazione e Tecnologia, Responsabile Nazionale Ufficio Rendicontazione Coni

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà reso pubblico. I campi contrassegnati sono obbligatori *

*

 

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes